Archivi tag: avviare un’azienda

Costi indeducibili: amici o nemici?

Costi Indeducibili, cosa sono?

Se il tuo consulente ti ha detto che i costi indeducibili sono una cosa assolutamente da evitare allora probabilmente ti ha dato un buon consiglio.

I costi indeducibili sono oneri che sostieni nel tuo business e che il fisco non ti permette di scaricare, in tutto oppure in parte.

Ad esempio, se hai intestato l’auto alla tua azienda, scopri che l’80% di quello che spendi non lo puoi usare per diminuire le tasse.

In pratica i costi indeducibili vanno sommati alla base imponibile fiscale, ovvero all’importo che devi utilizzare per calcolare le imposte.

Ci sono anche dei (rari) casi in cui ci sono dei costi a deducibilità maggiorata, ovvero che funzionano al contrario, come ad esempio le agevolazioni per i super-ammortamenti.

Nella maggior parte il fisco limita la possibilità di dedurre alcune spese con lo scopo di aumentare fittiziamente la base di calcolo delle tasse (base imponibile) ed in questo modo aumentare l’importo che devi versare.

Fino a qui non c’è nulla di nuovo sotto al sole, pertanto

È sempre bene avere costi che 
puoi scaricare al 100%,

Quindi potrei essere tra le persone che ti consiglia di evitare i costi indeducibili.

Uso il condizionale perché le cose non stanno in questo modo, per lo meno non sempre!

Evitare i costi indeducibili è un consiglio buono solo a metà, perché è un’informazione incompleta… vediamo di cosa si tratta.

Costi Indeducibili: il meccanismo fiscale

Abbiamo visto che i costi indeducibili alzano la tua base imponibile con l’effetto di “riprendere” quel determinato costo e di portare quell’importo nuovamente a tassazione.

Poniamo il caso che tu sostenga dei costi indeducibili di 1.000 euro e verifichiamo nel dettaglio cosa accade ad una ditta individuale oppure ad una società di persone.

Ipotizziamo che l’imprenditore abbia una pressione fiscale totale del 60%, ovvero il 35% di IRPEF e del 25% di INPS.

Quei 1.000 euro diventano immediatamente 600 euro di tasse da pagare… mostruoso vero?

Facciamo una seconda ipotesi nella quale tu hai una SRL ed hai eliminato il problema dei contributi INPS.

Se non sai come fare a ridurre oppure ad eliminare i contributi INPS leggi subito questo articolo.

Tornando all’ipotesi della SRL senza INPS per evitare di avere dei costi indeducibili abbiamo due strade:

  1. abbandoniamo l’idea di fare l’acquisto
  2. lo facciamo (sempre per ipotesi) con dei soldi personali.

Tenendo conto che uno dei modi più usati (e più sbagliati) per prendere soldi dalla SRL è farsi una busta paga da amministratore, ovvero tornare a pagare contributi INPS (questa volta alla gestione separata).

Nel caso della busta paga siamo attorno al 50/60% di tassazione, quindi siamo punto e daccapo.

Anche volendo usare la distribuzione degli utili non siamo messi meglio.

Vediamo quindi una terza via più “smart”.

Costi Indeducibili: un vantaggio nascosto

A questo punto la soluzione è proprio sotto a tuoi occhi: se hai una SRL puoi usare tranquillamente i costi indeducibili perché sono tassati solo al 24%.

La SRL ha infatti una tassazione fissa al 24%, che corrisponde all’aliquota IRES e di questi tempi è moderno dire “imposta FLAT”.
In pratica, per quanto il tuo reddito si possa alzare, pagherai sempre il 24%.

Ti faccio un esempio molto pratico.

Diciamo che vuoi regalare un mazzo di fiori ad una cliente particolarmente “simpatica” oppure prendere delle costose bottiglie di vino francese da regalare ad un cliente per il suo compleanno allora stai sostenendo delle “spese di rappresentanza”.

Questi sono dei classici costi indeducibili per i quali ti è concessa una deducibilità minima, che per semplicità fingo essere zero.

Se hai una SRL lo svantaggio fiscale è quello di pagare circa il 24% d’imposta.

Se invece usi i tuoi soldi personali è facile che ti possano costare il 50/60% di tasse.

Questo è il vantaggio dei costi indeducibili che ogni imprenditore dovrebbe conoscere e che ogni consulente avrebbe il dovere di spiegare ai propri clienti.

Vuoi ricevere altri consigli?

Usa il box in alto a destra ed iscriviti subito alla mia newsletter.

Pagare le tasse: ci riuscirai quest’estate?

Pagare le tasse è spesso complicato

Si avvicina la scadenza per pagare le tasse e probabilmente il tuo consulente non ti ha ancora comunicato gli importi.

  • Sei preoccupato di non avere i soldi per pagare le tasse?
  • Si avvicina l’ultima scadenza e tu non hai ancora la minima idea degli importi?
  • Non riesci mai a capire quanto paghi da un anno all’altro?

In questo caso devi assolutamente leggere l’articolo di oggi così capirai finalmente come calcolare in pochi minuti quanto devi pagare di tasse tra meno di tre settimane. Continua la lettura di Pagare le tasse: ci riuscirai quest’estate?

Evadere il fisco, quanto serve realmente

evadere il fisco piace sempre

Non puoi negare che ad una buona parte degli imprenditori e liberi professionisti l’idea di evadere il fisco piace molto.

Da come ho iniziato questo articolo avrai già capito che la mia opinione sul fare nero è piuttosto critica.

Ovviamente non sono un chierichetto e nemmeno una persona che si scandalizza per qualche biglietto da cento sottobanco.

Continua la lettura di Evadere il fisco, quanto serve realmente

StartUp Innovativa: vantaggi e svantaggi

StartUp Innovativa – caratteristiche e requisiti

Ci sono alcune società di capitali che possono ottenere dei benefici fiscali, a volte interessanti, a patto di avere alcune caratteristiche che la qualificano come StartUp Innovativa.

In questo articolo ti spiegherò quali sono i requisiti e quali sono i vantaggi della StartUp Innovativa, in modo che tu possa verificare quali sono i reali vantaggi nell’usare queste agevolazioni.

Queste società possono infatti utilizzare un regime fiscale agevolato per la società, per i lavoratori che sono all’interno della StartUp Innovativa e per gli investitori esterni che immettono capitale. Continua la lettura di StartUp Innovativa: vantaggi e svantaggi

cassa, liquidità e controllo di gestione

Cassa vuota e liquidità a zero con utili elevati (e tasse a go-go)

Molti imprenditori si trovano spesso di fronte al paradosso della cassa vuota con l’azienda che produce utili e fatturato.

Alle volte il paradosso della cassa a zero li costringe a dover andare in banca e chiedere un prestito per pagare le tasse.

Si sta avvicinando la data del 30 novembre, ovvero del termine per il pagamento del secondo acconto di imposta, ed alcuni si stanno già chiedendo dove trovare i soldi per pagare gli F24.

Com’è possibile che l’azienda stia fatturando regolarmente e produca utili mentre l’imprenditore è sempre al verde ed in crisi di liquidità? Continua la lettura di cassa, liquidità e controllo di gestione

Quello che Donald Trump non ti ha detto su come avviare un Business in Italia

  • Anche tu hai letto 100 libri di business, ma hai la sensazione di capirci ancora meno di prima?
  • Il tuo sogno è quello di avviare un business, ma non sai da che parte iniziare?
  • Ti piacerebbe avviare un business, ma sei troppo spaventato dall’idea di non guadagnare abbastanza e di finire in bancarotta? Se hai risposto sì ad almeno una di queste domande, allora questo articolo è scritto proprio per te.

Sto per raccontarti quali sono i primi passi che devi fare per realizzare il tuo sogno di avviare un business. Continua la lettura di Quello che Donald Trump non ti ha detto su come avviare un Business in Italia

Lo strano caso della pizza da un milione di euro e come riconoscere un business plan che funziona

Oggi parliamo di come scrivere un business plan che funziona e dell’errore che fanno molte persone: utilizzare un modello di business plan che hanno trovato nel web.

Non c’è niente di male a usare Google per cercare informazioni sul business plan oppure su come avviare un’azienda.  Io stesso uso molto spesso Google per fare ricerche sulle cose più varie e diverse.

Con Google puoi cercare di tutto (dalla ricetta della pizza al business plan per una pizzeria) a patto di essere sempre consapevole che ti può capitare di trovare informazioni sbagliate e fuorvianti, come nel caso che ti sto per raccontare.

In questo articolo ti svelerò una semplice regola per distinguere in pochi minuti un vero business plan che funziona da una schifezza.

Continua la lettura di Lo strano caso della pizza da un milione di euro e come riconoscere un business plan che funziona