Archivi tag: meno tasse

Costi indeducibili: amici o nemici?

Costi Indeducibili, cosa sono?

Se il tuo consulente ti ha detto che i costi indeducibili sono una cosa assolutamente da evitare allora probabilmente ti ha dato un buon consiglio.

I costi indeducibili sono oneri che sostieni nel tuo business e che il fisco non ti permette di scaricare, in tutto oppure in parte.

Ad esempio, se hai intestato l’auto alla tua azienda, scopri che l’80% di quello che spendi non lo puoi usare per diminuire le tasse.

In pratica i costi indeducibili vanno sommati alla base imponibile fiscale, ovvero all’importo che devi utilizzare per calcolare le imposte.

Ci sono anche dei (rari) casi in cui ci sono dei costi a deducibilità maggiorata, ovvero che funzionano al contrario, come ad esempio le agevolazioni per i super-ammortamenti.

Nella maggior parte il fisco limita la possibilità di dedurre alcune spese con lo scopo di aumentare fittiziamente la base di calcolo delle tasse (base imponibile) ed in questo modo aumentare l’importo che devi versare.

Fino a qui non c’è nulla di nuovo sotto al sole, pertanto

È sempre bene avere costi che 
puoi scaricare al 100%,

Quindi potrei essere tra le persone che ti consiglia di evitare i costi indeducibili.

Uso il condizionale perché le cose non stanno in questo modo, per lo meno non sempre!

Evitare i costi indeducibili è un consiglio buono solo a metà, perché è un’informazione incompleta… vediamo di cosa si tratta.

Costi Indeducibili: il meccanismo fiscale

Abbiamo visto che i costi indeducibili alzano la tua base imponibile con l’effetto di “riprendere” quel determinato costo e di portare quell’importo nuovamente a tassazione.

Poniamo il caso che tu sostenga dei costi indeducibili di 1.000 euro e verifichiamo nel dettaglio cosa accade ad una ditta individuale oppure ad una società di persone.

Ipotizziamo che l’imprenditore abbia una pressione fiscale totale del 60%, ovvero il 35% di IRPEF e del 25% di INPS.

Quei 1.000 euro diventano immediatamente 600 euro di tasse da pagare… mostruoso vero?

Facciamo una seconda ipotesi nella quale tu hai una SRL ed hai eliminato il problema dei contributi INPS.

Se non sai come fare a ridurre oppure ad eliminare i contributi INPS leggi subito questo articolo.

Tornando all’ipotesi della SRL senza INPS per evitare di avere dei costi indeducibili abbiamo due strade:

  1. abbandoniamo l’idea di fare l’acquisto
  2. lo facciamo (sempre per ipotesi) con dei soldi personali.

Tenendo conto che uno dei modi più usati (e più sbagliati) per prendere soldi dalla SRL è farsi una busta paga da amministratore, ovvero tornare a pagare contributi INPS (questa volta alla gestione separata).

Nel caso della busta paga siamo attorno al 50/60% di tassazione, quindi siamo punto e daccapo.

Anche volendo usare la distribuzione degli utili non siamo messi meglio.

Vediamo quindi una terza via più “smart”.

Costi Indeducibili: un vantaggio nascosto

A questo punto la soluzione è proprio sotto a tuoi occhi: se hai una SRL puoi usare tranquillamente i costi indeducibili perché sono tassati solo al 24%.

La SRL ha infatti una tassazione fissa al 24%, che corrisponde all’aliquota IRES e di questi tempi è moderno dire “imposta FLAT”.
In pratica, per quanto il tuo reddito si possa alzare, pagherai sempre il 24%.

Ti faccio un esempio molto pratico.

Diciamo che vuoi regalare un mazzo di fiori ad una cliente particolarmente “simpatica” oppure prendere delle costose bottiglie di vino francese da regalare ad un cliente per il suo compleanno allora stai sostenendo delle “spese di rappresentanza”.

Questi sono dei classici costi indeducibili per i quali ti è concessa una deducibilità minima, che per semplicità fingo essere zero.

Se hai una SRL lo svantaggio fiscale è quello di pagare circa il 24% d’imposta.

Se invece usi i tuoi soldi personali è facile che ti possano costare il 50/60% di tasse.

Questo è il vantaggio dei costi indeducibili che ogni imprenditore dovrebbe conoscere e che ogni consulente avrebbe il dovere di spiegare ai propri clienti.

Vuoi ricevere altri consigli?

Usa il box in alto a destra ed iscriviti subito alla mia newsletter.

Trasparenza fiscale nella SRL: quando conviene

Trasparenza fiscale oppure IRES

Trasparenza fiscale cosa vuol dire esattamente ?

Si tratta di un sistema di tassazione che puoi scegliere in alternativa alla tassazione IRES.

La SRL nasce con il sistema di tassazione “in capo alla società” e questo vuol dire che sugli utili di esercizio la società andrà a pagare il 24% di IRES.

Oltre a questo dovrà pagare circa un 3.90% di IRAP sia nel caso dell’IRES che nel caso della trasparenza fiscale.

Dato che questa scelta non incide sull’IRAP da qui in poi non ne terrò conto, per il semplice motivo che non incide su quanto ti sto per dire. Continua la lettura di Trasparenza fiscale nella SRL: quando conviene

Abuso del diritto: perché non dare le quote della SRL alla nonna

Abuso del diritto, un sistema per fregarti

La Corte di Cassazione ha definito l’abuso del diritto come il “divieto di ottenere vantaggi fiscali con l’uso distorto di strumenti giuridici leciti al fine di ottenere un vantaggio fiscale senza che ci siano valide ragioni economiche a giustificazione degli atti compiuti”.

Credo che un esempio (banale come al solito) potrà chiarire in modo più semplice questo concetto.

Immagina di avere una SRL commerciale della quale tu detieni il 98% delle quote ed il restante 2% è intestato alla nonna.

La tua SRL produce ogni anno 100k di utile sul quale tu vai a pagare il 25% (circa) di contributi INPS. Continua la lettura di Abuso del diritto: perché non dare le quote della SRL alla nonna

Pagare le tasse: ci riuscirai quest’estate?

Pagare le tasse è spesso complicato

Si avvicina la scadenza per pagare le tasse e probabilmente il tuo consulente non ti ha ancora comunicato gli importi.

  • Sei preoccupato di non avere i soldi per pagare le tasse?
  • Si avvicina l’ultima scadenza e tu non hai ancora la minima idea degli importi?
  • Non riesci mai a capire quanto paghi da un anno all’altro?

In questo caso devi assolutamente leggere l’articolo di oggi così capirai finalmente come calcolare in pochi minuti quanto devi pagare di tasse tra meno di tre settimane. Continua la lettura di Pagare le tasse: ci riuscirai quest’estate?

Evadere il fisco, quanto serve realmente

evadere il fisco piace sempre

Non puoi negare che ad una buona parte degli imprenditori e liberi professionisti l’idea di evadere il fisco piace molto.

Da come ho iniziato questo articolo avrai già capito che la mia opinione sul fare nero è piuttosto critica.

Ovviamente non sono un chierichetto e nemmeno una persona che si scandalizza per qualche biglietto da cento sottobanco.

Continua la lettura di Evadere il fisco, quanto serve realmente

Rivalutazione quote per pagare meno tasse

Rivalutazione quote, una vera opportunità

Se ti stanno a cuore i tuoi soldi e vuoi fare pianificazione fiscale devi sapere che a giugno 2018 c’è un appuntamento importante, ovvero il termine per la rivalutazione quote di partecipazione.

Si tratta della possibilità di utilizzare una aliquota estremamente ridotta, solamente l’8% per tutte le operazioni che intendi mettere in campo nel corso di quest’anno.

Pertanto se possiedi delle partecipazioni in una qualche società ti consiglio di continuare a leggere questo articolo.

Continua la lettura di Rivalutazione quote per pagare meno tasse

Impresa familiare – conviene davvero?

Impresa familiare: come funziona

L’impresa familiare permette all’imprenditore individuale di utilizzare il lavoro del coniuge e dei familiari in modo semplice, senza la necessità di trasformare l’attività in una società.

Da questo punto di vista l’impresa familiare ti permette di evitare diversi passaggi burocratici.

Se devi trasformare la tua ditta individuale in una società allora devi usare il conferimento e ti serve una perizia giurata.

Se invece scegli di usare l’impresa familiare la perizia non è necessaria ed hai il vantaggio di mantenere lo stesso numero di partita IVA.

Questo vuol dire che non hai la necessità di rifare tutto da zero perché manterrai la stessa licenza commerciale, lo stesso conto corrente, la stessa carta intestata e via dicendo.

Tutto questo perché in realtà la ditta individuale rimane la stessa e quello che cambia è solamente la nuova distribuzione degli utili.

Continua la lettura di Impresa familiare – conviene davvero?

StartUp Innovativa: vantaggi e svantaggi

StartUp Innovativa – caratteristiche e requisiti

Ci sono alcune società di capitali che possono ottenere dei benefici fiscali, a volte interessanti, a patto di avere alcune caratteristiche che la qualificano come StartUp Innovativa.

In questo articolo ti spiegherò quali sono i requisiti e quali sono i vantaggi della StartUp Innovativa, in modo che tu possa verificare quali sono i reali vantaggi nell’usare queste agevolazioni.

Queste società possono infatti utilizzare un regime fiscale agevolato per la società, per i lavoratori che sono all’interno della StartUp Innovativa e per gli investitori esterni che immettono capitale. Continua la lettura di StartUp Innovativa: vantaggi e svantaggi

SRL Semplificata oppure SRL tradizionale

SRL semplificata o società tradizionale: le differenze che contano

Molti imprenditori che si chiedono se sia meglio la SRL semplificata oppure la SRL tradizionale ricevono, molto spesso, una serie di risposte a volte incomplete ed a volte non proprio esatte.

Ho quindi deciso di scrivere una mini guida per mettere a fuoco TUTTE le reali differenze tra la SRL semplificata e la SRL tradizionale.

Per prima cosa ti voglio dire che il costo per l’atto notarile è molto differente a seconda di cosa andrai a scegliere.

Per costituire una SRL tradizionale servono circa 2.000 euro mentre per costituire una SRL semplificata bastano 320 euro.

La SRL semplificata sfrutta un atto costitutivo veramente ridotto all’osso e pertanto il notaio farà l’atto gratuitamente.

Continua la lettura di SRL Semplificata oppure SRL tradizionale