chiudere la società senza notaio

Chiudere la società senza notaio

Come risparmiare un bel po’ di soldi

Alle volte i business vanno bene, altre volte no!

Se ti trovi alle prese con una società da chiudere potrebbe essere seccante dover scucire quasi 1.500 euro per fare l’assemblea straordinaria di messa in liquidazione tramite Notaio.

Salvo che tu non conosca la possibilità di chiudere la società senza notaio, ovvero utilizzando una procedura semplificata e senza spendere un solo euro per la fase di liquidazione.

Normalmente se devi chiudere la società il primo passo è convocare una assemblea straordinaria con il notaio, grazie alla quale i soci decidono volontariamente di porre in liquidazione la società.

La fase di liquidazione serve affinché la società sia in grado di portare a termine tutti gli affari in corso, liquidare tutte le imposte, incassare dai clienti, pagare i fornitori, dismettere e vendere i macchinari e via dicendo.

Al termine della liquidazione ti troverai con zero debiti e crediti e con in banca ed il denaro residuo che andrà spartito tra i soci.

A questo punto puoi procedere con il deposito alla camera di commercio del bilancio finale di liquidazione e con la vera e propria pratica di cancellazione dal registro delle imprese.

Tuttavia può capitare il caso che la società sia già realmente vuota, magari perché non opera più da tempo oppure perché non è mai realmente decollata come doveva.

Non ci crederei ma c’è più di qualcuno che inizia a non andare d’accordo con i soci già il giorno dopo la costituzione della società.

In questi casi meglio “chiudere baracca” al più presto, anche se hai speso una fortuna per creare la scatola che poi è rimasta vuota oppure inutilizzata.

A questo punto spendere 1.500 euro ha poco senso, pertanto è meglio verificare se c’è un modo per chiudere la società senza notaio.

Come fare per chiudere la società senza notaio

Ci sono alcuni casi interessanti grazie ai quali sarà possibile chiudere la società senza notaio.

La società potrebbe trovarsi in una delle condizioni che sono previste per l’accertamento di una delle cause di scioglimento di tipo “automatico”.

Se la tua società si trova in una di queste condizioni allora l’Ufficio del Registro delle Imprese accetterà una semplice dichiarazione scritta degli amministratori e ti consentirà di accedere alla procedura di “scioglimento e contestuale cancellazione”.

In questo modo non hai la necessità di fare l’assemblea straordinaria con il notaio per la messa in liquidazione e, pertanto, puoi chiudere la società senza notaio con una semplice pratica camerale.

Ci sono diversi automatismi che possono fare al caso tuo e te ne presento due che possono andare bene per la maggior parte delle società.

Il primo dei due casi è l’accertamento della inattività dell’azienda che può essere fatto rilevare d’ufficio dalla CCIAA.

In pratica se nella tua visura hai lo status di Azienda “inattiva” allora potresti già essere a posto così e chiedere alla Camera di Commercio di chiudere la società senza notaio.

Il secondo caso è altrettanto facile e ti può tornare comodo proprio in questo periodo di bilanci.

Per prima cosa ti voglio dire che si può utilizzare solamente nelle società di capitali, e so che per te non è un problema perchè da quando segui il mio blog non usi più le società di persone.

Se sei “uno nuovo” e non sai di cosa sto parlando allora leggi subito questo mio storico articolo.

Devi sapere che una delle cause di scioglimento automatico è quando le perdite non coperte superano ad un terzo del capitale, oppure il capitale scende sotto al minimo legale.

Immagina di avere una società con un capitale di 30.000 euro e zero riserve.

Se in questa società si formano 15.000 euro di perdite, ovvero più di un terzo del capitale (di 30.000) allora gli amministratori devono convocare “senza indugio” l’apposita assemblea dei soci per chiedere un ripianamento delle perdite.

In altre parole i soci devono immediatamente aprire il portafoglio e dare alla società i soldi necessari alla copertura delle perdite.

Se non lo fanno allora la tua società si troverà automaticamente in stato di scioglimento.

In questo caso gli amministratori possono depositare il bilancio e fare una semplice pratica camerale per comunicare l’attivazione della procedura che consente di chiudere la società senza notaio.

Se il capitale della SRL è stato fissato al minimo legale di 10.000 euro allora le cose si fanno ancora più facili perché basta anche solo 1 euro di perdita perché il capitala finisca sotto al minimo legale ed innescare la procedura che ti può portare ad ottenere la causa automatica di scioglimento.

Chiudere la società senza notaio: è tempo di bilanci

Siamo quasi a fine aprile e quasi tutte le società si stanno per chiudere i bilanci del 2017.

Se vuoi far chiudere “automaticamente” una SRL questo è sicuramente il periodo giusto in cui mettere in ordine i libri sociali e le scritture contabili.

Se ti lasci scappare questa opportunità per chiudere la società senza notaio, probabilmente, passerò un anno intero prima di poter nuovamente utilizzare questo automatismo in modo così semplice.

Se hai una società mezza morta allora è giunto il momento di valutare se sia il caso di tentare di rianimarla oppure se dare il colpo di grazia finale.

In questo caso è opportuno consultarsi con il proprio commercialista perché potresti già essere nelle condizioni favorevoli per chiudere la società senza notaio.

Se hai bisogno di aiuto con il tuo business puoi contattarmi attraverso la pagina contatti.

15 commenti su “Chiudere la società senza notaio”

  1. A mio avviso c’è una incorrettezza.
    Per perdite maggiori di 1/3 rispetto al capitale sociale non è previsto lo scioglimento automatico, il quale è previsto solo se il CS scende sotto il minimo legale. Nell’esempio da lei posto, la perdita di 15 mila porterebbe a prendere una decisione entro l’esercizio successivo, non immediata.
    Non trova?

    1. Ciao Riccardo,
      la tua osservazione è corretta, quindi grazie del contributo.

      Nel contesto di questo articolo immagino che dei soci che vogliono chiudere la società non siano poi tanto favorevoli a ripianare la perdita.
      Nessuno gli vieta di fare l’assemblea una settimana dopo l’approvazione del bilancio e di votare contrario al ripianamento della perdita.
      Poi ovviamente andrà studiata una strategia opportuna, caso per caso.

      Saluti.
      MT

  2. Buongiorno io ho una snc non attiva da sett 2017 ma vorrei chiuderla senza spese del notaio…per piaxere vorrei delle diritte grazie

    1. Ciao Claudia,
      per le società di persona è ancora più semplice: basta una semplice pratica camerale che può fare qualsiasi consulente ed il gioco è fatto.

      Saluti.
      MT

      1. egregio massimo tonci io ho una societa ( snc ) con mio fratello e da 3 anni non siamo piu attivi col negozio , quindi e stata fatta comunicazione all inps e al comune . però in camera del commercio risulta ancora attiva . noi vorremmo chiudere sia la societa che la partita iva senza andare dal notaio . mi puoi dire come devo fare e dove andare x poter chiudure tutto ? grazie

  3. Gentile Dott. Tonci, ho una Srls che condivido al 50% con altro socio. Vorremmo chiuderla al 31 dicembre 2018 provando, nemmeno a dirlo, a risparmiare quanto più possibile.
    Esistono condizioni e norme affinchè si possa procedere n tal senso?
    Ringrazio anticipatamente per la risposta.
    Andrea

  4. leggendo l articolo mi sono riconosciuta, ho una snc che alla Camera di commercio risulta inattiva ma attiva all’ agenzia dell’ entrate ..

      1. Ciao Ilaria,
        Una espressione generica come “dicono” nel mio mondo non ha nessun significato.
        Potrebbe trattarsi di un’opinione di chiunque.
        La normativa sullo scioglimento delle SNC è nazionale e non comunale.
        Il comune non ha nessuna rilevanza visto che tutte le aziende della provincia fanno capo alla Camera di Commercio di Alessandria.

        In ogni caso mi sono preso il disturbo di controllare eventuali “anomalie” e ti posso confermare che la CCIAA di Alessandria si comporta correttamente così come tutte le altre camere di commercio e permette di cancellare le SNC inattive da più di tre anni come la tua.

        Detto questo ti confermo che – se non hai ancora provveduto alla cancellazione – evidentemente ci sono altri problemi che non si possono certamente chiarire tramite un’area commenti.

        Quest’area è infatti riservata ai “commenti” e non è certo il posto per discutere dei propri casi personali.
        Se hai bisogno di assistenza valuta di rivolgerti ad un professionista che ti risolva la questione, probabilmente pagando la consulenza.

        Saluti.
        MT

  5. attiva all’ uff.registro perché il commercialista mi ha fatto pagare la tassa dal 2005 ad ora ..idem per l iva. ad Alessandria

  6. ho un problema ad alessandria nel chiudere una snc inattiva alla ccia dal 2005 ma attiva per partita Iva e entrate. come fare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *