In questi giorni l’Agenzia delle Entrate si è fatta promotrice dell’ennesima semplificazione fiscale e stavolta le novità sembrano provenire addirittura da un altro pianeta.

Durante un’audizione alla Camera e Senato il Direttore dell’Agenzia ha parlato di introdurre una vera e propria rivoluzione, per lo meno per le imprese di minori dimensioni.

Riforma Fiscale: quale evoluzione ci attende?

Negli ultimi anni le contabilità semplificate sono diventate più complicate per il fatto che è stata introdotta la regola della tassazione per cassa.

Questo vuol dire che paghi le tasse solo su quello che hai realmente incassato e porti a costo solo quello che hai realmente pagato.

▶️  In pratica la contabilità semplificata ti permetteva di non occuparti degli incassi e pagamenti e questa modifica ha fatto in modo che tu debba comunque tenere traccia delle partite finanziarie.

Nel frattempo la contabilità ordinaria, pur continuando a dover obbligatoriamente registrare le entrate e le uscite, continua ad essere regolata dal principio di competenza, ovvero senza tenere conto (appunto) degli incassi e pagamenti.

Apparentemente può sembrare un controsenso, tuttavia il motivo di questa scelta è che il fisco vuole andare verso un sistema di tracciamento che ha come base la sola moneta elettronica.

Questo sistema, una volta a regime, permetterà di introdurre la famigerata riforma fiscale e questo significa una tassazione solo per cassa attraverso l’ennesimo portale di proprietà dell’Agenzia Entrate.

Riforma Fiscale: vantaggi oppure no?

I vantaggi paventati dal Fisco sarebbero quelli di poter arrivare ad una contabilità gestita direttamente dall’erario con pagamenti trimestrali delle imposte.

Molti sono stati abbagliati dalla promessa di eliminare i tanto odiati acconti sulle imposte tuttavia è bene riflettere su una cosa importante:

questo nuovo sistema soffocherà le imprese e darà una “mazzata” incredibile alla liquidità

Infatti, una volta che il sistema sarà a regime, ti obbligherà a pagare le tasse alla fine del trimestre, invece che l’anno successivo.

Con l’attuale sistema le tasse sui profitti di gennaio 2021 si versano a giugno e novembre (in acconto) e poi a giugno 2022 (a saldo).

Con il nuovo sistema si arriva a chiedere i soldi delle tasse subito alla fine del trimestre ed ovviamente non è proprio la stessa cosa!

➡️ In altre parole l’Agenzia delle Entrate sta facendo tutto il possibile per dotare le imposte della stessa metodologia introdotta con l’IVA, ovvero lascia sempre meno tempo all’imprenditore per “giostrarsi” la liquidità.

Tutto questo in cambio di una dichiarazione pre-compilata e di una “contabilità di stato” che apre la strada a controlli sempre più serrati.

Riforma Fiscale: my two cents…

Dopo queste splendide notizie che hai letto fino a qui ti voglio aggiungere un paio di considerazioni personali.

1️⃣  La prima considerazione riguarda un potenziale aumento dei controlli da remoto che potrebbero diventare ancora più invasivi.

Una volta che avranno costruito una contabilità di stato tramite il loro portale proprietario, quanto servirà per avviare (ad esempio) un sistema automatico di controllo sui costi deducibili?

Penso che il passo sarà molto breve e la tentazione sarà veramente molta.

Attualmente in Italia abbiamo un sistema fiscale basato su un delicato equilibrio fatto di regole assurde da un lato e pochi controlli dall’altro.

Se applichi a tappeto a tutte le aziende tutta la moltitudine di regole assurde, fatte di concetti vaghi che variano a seconda dall’umore del singolo funzionari, alla fine cosa ottieni?

Penso che una valanga di contenzioso sia la risposta più coerente a questo scenario.

2️⃣ La seconda considerazione riguarda le dimensioni aziendali e la sensazione personale che ci stiamo dirigendo sempre di più verso un sistema a doppio binario.

Questo sistema ha regole e sistemi di funzionamento diversi a seconda delle dimensioni aziendali e premia le imprese più forti.

Tutto questo a discapito delle aziende più piccole di cui è intriso il nostro tessuto sociale…

Buone riflessioni

A presto
MT