Pignoramento quote SRL, il punto debole della SRL

Pignoramento quote SRL, cosa devi sapere

  • Hai una SRL oppure la vuoi creare?
  • Hai debiti con le banche?
  • Sei alle prese con il fisco?
  • Ti hanno notificato una cartella Esattoriale?

Se hai dei debiti personali e sei socio di una SRL allora potresti avere un problema: il pignoramento quote SRL.

Il tuo creditore può infatti procedere al pignoramento quote SRL ed arrivare ad espropriare sia la tua quota di partecipazione, gli utili che hai maturato ed anche gli eventuali crediti.

Se la società non paga prontamente allora il creditore può agire contro la SRL andando a mettere le mani sui beni della tua SRL.

Di solito sono molto favorevole verso le società di capitali, ed in particolare alla SRL perché ti offre una elevata protezione.

Le società di capitali hanno una “autonomia patrimoniale perfetta” e questo vuol dire che ti proteggono dai debiti che nascono all’interno dell’azienda.

Se l’azienda ha un problema allora tu rispondi solamente con la quota di capitale che hai deciso di investire e il tuo patrimonio personale è completamente al riparo.

Nel caso opposto, ovvero se i debiti sono personali, allora c’è un grave problema perché:

i tuoi debiti personali possono andare ad intaccare la società!

Come ti ho già spiegato prima per i tuoi debiti personali il creditore può agire nei confronti della società perché le tue quote (oppure le tue azioni) rappresentano un investimento di capitale e possono essere pignorate ed espropriate!

Pignoramento quote SRL, come difendersi

Se ti sei intestato le quote di una società di capitali e nel frattempo hai debiti personali allora ti devi tutelare immediatamente, prima che sia troppo tardi.

Una volta che ti avranno fatto un pignoramento quote SRL non potrai più fare praticamente nulla e, probabilmente, la strada migliore sarà quella di cercare un accordo con il tuo creditore.

Se si tratta di Equitalia oppure di una Banca potresti tentare la via del “saldo e stralcio” oppure provare a chiedere una rateazione, il ché significa che rischi di dover pagare tutto il debito e probabilmente anche gli interessi.

Se invece non ti hanno ancora pignorato nulla e sei ancora nella fase precedente allora puoi valutare di ridurre il valore della tua quota.

Immagina una prima situazione in cui hai il 50% di una società con 10.000 euro di capitale e 100.000 euro di riserve, per esempio per utili da distribuire.

In questo caso il tuo rischio è pari alla metà del capitale e delle riserve, quindi parliamo di 55.000 euro.

Immagina ora che la società distribuisca tutti gli utili e tu – ovviamente – hai messo in protezione quei soldi.

In questo caso sei esposto ad un rischio ridotto, ovvero di soli 5.000 euro.

Capisci bene che andare a trattare il tuo debito con le quote che valgono solo 5.000 euro è completamente diverso che tentare una mediazione con alle spalle un valore di 55.000 euro!

Quindi se hai dei debiti personali la cosa più immediata che dovresti conoscere è il valore attuale della tua società e, di conseguenza, quanto è il valore che può essere oggetto di pignoramento quote SRL.

A questo punto il secondo passo è consultare il tuo professionista per studiare una strategia (ovviamente legale!) per l’immediata riduzione del valore della tua quota.

Se proprio non puoi liberarti facilmente del problema allora è bene cercare (quantomeno) di ridurre ed arginare il problema.

Pignoramento quote SRL, usare le società di Persone

Normalmente non mi piacciono le SNC ed in generale non amo le società di persone per via della totale responsabilità che può venirmi addosso se il business va male.

Ti ricordo che:

nella società di persone il socio risponde per i debiti della società con tutto il proprio patrimonio presente e futuro.

Questo è il motivo principale per il quale (normalmente) non amo le società di persone, tuttavia ti può tornare molto utile sapere una cosa.

Le società di persone offrono un riparo migliore nel caso di debiti personali del socio.

Nelle società di persone il creditore non può chiedere la liquidazione delle quota della società e non può agire sui beni della società.

Potrà sicuramente pignorare la tua quota per tutelare il proprio credito che ha verso di te, ma non può andare a prendere quello che sta dentro la società.

Le quote di società di persone esprimono “lavoro” e non capitale come nelle SRL.

Se ti stanno arrivando addosso dei debiti bancari oppure delle cartelle di Equitalia puoi – ad esempio – valutare di trasformare la tua SRL in una SNC.

In questo caso devi far preparare lo statuto da un professionista che sa quello che sta facendo perché ci sono diversi fattori a cui prestare attenzione.

Uno di questi fattori è, ad esempio, la durata della nuova società di persone.

Una volta che la società arriva a scadenza il tuo creditore potrà pretendere la liquidazione della quota e si può opporre all’eventuale scelta di prolungare la vita della società.

Una scadenza troppo lunga fa sembrare la tua società ad una con “termine indefinito”, quindi il creditore può tentare di fare leva su questo aspetto per chiedere la liquidazione immediata della tua quota.

Pignoramento quote SRL, pianifica una strategia

Se pensi di avere problemi con il pignoramento quote SRL la cosa migliore da fare è studiare immediatamente una STRATEGIA per:

  1. stabilire il valore attuale della quota e di conseguenza capire quanto il tuo creditore ha diritto di pretendere dalla società
  2. verificare se esiste un sistema (legale) per ridurre il valore della tua quota in modo da limitare e ridurre il problema
  3. studiare se esiste un modo alternativo di proteggere le tue quote, magari effettuando una vendita di quote (possibilmente non al coniuge oppure ad un parente).
  4. valutare se una trasformazione “all’indietro”, ovvero verso una società di persone, può essere una strada percorribile nel tuo caso.

Ricordati che

la protezione del tuo patrimonio risulterà tanto più efficace quanto prima avrai messo in atto le tue contromisure.

Se pensi di avere un problema con il pignoramento quote SRL allora contattami subito a questa pagina.

Sarò felice di aiutarti a pianificare la tua protezione patrimoniale.

 

38 Comments

  1. Maurizio 20/04/2018 at 6:40 - Reply

    Buongiorno Dr Tonci se la mia quota che ho conferito nella Srl è 10000 euro pari al 50% del capitale sociale(20000)e sono socio al 50% Ma ho conferito tramite POLIZZA VITA(impignorabilità e insequestrabilità codice civile)sono soggetto allo stesso rischio?Grazie Buon lavoro Maurizio

    • Massimo Tonci 22/04/2018 at 7:08 - Reply

      Ciao Maurizio,
      le modalità di conferimento non dovrebbero cambiare l’assetto della quota che temo sia comunque pignorabile.
      In altre parole se nella società ci sono beni o disponibilità il rischio dovrebbe rimanere.

      Se vuoi una risposta certa e completa dovrei verificare l’atto costitutivo per leggere i dettagli del conferimento.
      Se ti serve aiuto contattami attraverso questa pagina.

      Saluti.
      MT

      • stefano 25/04/2018 at 20:33 - Reply

        ciao ideale società semplice che detiene capitale di srl.
        le quote di s.s con intrasferibilita di trasferimento nn sono pignorabili

        • Massimo Tonci 26/04/2018 at 18:32 - Reply

          Ciao Stefano,
          l’idea della società semplice non è male, soprattutto perché puoi maneggiare le clausole statutarie con molta libertà.
          Temo tuttavia che un limite al trasferimento delle quote sia un autogol perché rischia di tradursi in un dovere automatico di liquidazione della quota stessa.
          Senza scendere in dettagli troppo tecnici ti suggerisco di lavorare sui diritti di voto e sui diritti particolari del socio.

          Saluti.
          MT

  2. Matteo 24/04/2018 at 11:17 - Reply

    Salve, ho una società di Ingegneria Srls con capitale versato di 500€ ed al momento ne detengo il 100% delle quote. Rischio solo questa quota?

    • Massimo Tonci 25/04/2018 at 8:32 - Reply

      Ciao Matteo,
      il rischio non è limitato ai 500 euro ma al valore delle quote.
      Nel tuo caso stiamo parlando del 100% del valore della società.

      Saluti.
      MT

  3. Maria 27/04/2018 at 15:52 - Reply

    Buonasera, abbiamo una società s.a.s su cui abbiamo intestato un terreno di € 25000, naturalmente finisce la società nel 2020
    come ci dobbiamo regolare visto che il Notaio ci chiede il passaggio e il compenso, tenga presente che la società è intestata a noi soci e anche coniugi grazie

    • Massimo Tonci 28/04/2018 at 19:47 - Reply

      Ciao Maria,
      il tuo quesito merita un approfondimento.
      Se vuoi contattami a questo link per una consulenza privata.

      A presto.
      MT

  4. Mauro 27/04/2018 at 19:19 - Reply

    Buonasera Dott. Tonci,
    Con una società di persone più un fondo patrimoniale si potrebbe avere una buona copertura?

    • Massimo Tonci 28/04/2018 at 19:46 - Reply

      Ciao Mauro,
      non è una cattiva soluzione, in alcuni casi la propongo ai miei clienti.
      Tuttavia se decidi di usare un qualsiasi strumento di protezione patrimoniale allora perché non utilizzare direttamente una SRL?
      In questo caso hai una struttura che non mette in collegamento il business con il fondo (oppure con il trust), quindi decisamente più “solida”.

      Saluti.
      MT

  5. valentino 09/05/2018 at 10:20 - Reply

    Gentile Dott. Tonci,
    costituendo una sas con due soci,l’accomandante e l’accomandatario, e’ possibile specificare sull’atto di costituzione un diritto di prelazione delle quote del socio accomandatario da parte del socio accomandante?
    Grazie per la sua attenzione.

    Saluti
    valentino

    • Massimo Tonci 09/05/2018 at 10:56 - Reply

      Ciao Valentino,
      ti confermo che puoi inserire una clausola di prelazione nello statuto della tua SAS ed il tuo notaio potrà sicuramente aiutarti a scriverla nel modo corretto.
      Ricordati che avere una SAS per un massimo di 6 mesi, poi devi sistemare la cosa.

      Saluti.
      MT

  6. valentino 10/05/2018 at 5:46 - Reply

    Vorrei porre un altra domanda,il discorso e’ utile ed interessante.
    L’ipotesi e’ la seguente:
    Il tizio X e’ socio unico ed amministratore di srl-srls;
    per debiti personali si vede pignorare le quote della societa’. Chi acquisisce queste quote,vendute all’asta od in altra forma secondo la legge,diventa anche responsabile della gestione della societa’?
    Nel senso che essendo socio unico ed essendo di fatto privato di ogni lecito guadagno che mi deriva dall’esercizio di questa attivita’ in quanto non posso disporre delle quote,sarebbe assurdo che io continuassi a lavorare in pratica in schiavitu’ in quanto non potrei disporre delle quote e quindi dei ricavi che ne derivano lavorando nella societa.Ad esempio nel caso di
    un dipendente con stipendio c’e’ il pignoramento di un quinto,oppure sono impignorabili le attrezzature che un artigiano adopera per svolgere la propria funzione ecc .

    Cordiali Saluti
    valentino

    • Massimo Tonci 10/05/2018 at 7:34 - Reply

      Ciao Valentino,
      l’argomento è molto interessante, ci sciverò sicuramente un articolo molto presto.
      Se sei iscritto alla mia newsletter lo riceverai in anteprima via mail.

      Saluti.
      MT

  7. Nicola Antonucci 29/06/2018 at 16:47 - Reply

    Buongiorno dott. Tonci,
    grazie per l’ottimo articolo che mi porta a un aspetto peculiare di mio interesse: quello delle Startup Innovative.
    Queste Srl sono tutelate nei confronti di possibili pignoramenti e/o sequestri di quote in caso di mio debito personale?
    Io sono socio all’80% in una e al 45% nell’altra Srl startup innovativa.
    Lei fornisce anche consulenza (a pagamento, of course) in caso di possibili (e corrette !) azioni protettive da intraprendere?
    Grazie mille!
    Nicola
    348 8558073

    • Massimo Tonci 01/07/2018 at 10:35 - Reply

      Ciao Antonio,
      dal punto di vista del pignoramento quote non c’è alcuna differenza tra una SRL tradizionale ed una SRL-Startup innnovativa.
      La protezione dei patrimoni è una delle mie specializzazioni, quindi contattarmi a questa pagina.

      Saluti.
      MT

  8. Roberto Girardi 28/07/2018 at 18:54 - Reply

    Buongiorno dott.Tonci
    Io e mia sorella siamo di una snc che detiene un immobile di notevole valore. Entrambi siamo reduci da un fallimento di un’altra società srl che si sta concludendo, avendo sottoscritto a suo tempo con la srl delle fidejussioni personali con le banche suppongo che a breve tenteranno di attaccare la snc. In questo caso essendo entrambi gli unici soci della snc non corriamo il rischio che possano pignorare comunque entrambe le quote anche se si tratta di societa di persone ….e quindi entrare in possesso dell’immobile?
    Grazie

    • Massimo Tonci 28/07/2018 at 19:03 - Reply

      Ciao Roberto,
      visto quello che descrivi è probabile che la banca ci provi.
      Il fatto che poi riesca (o meno) a prendere l’immobile è altra cosa.
      Molto dipende da come organizzi la SNC.

      Se vuoi approfondire l’argomento contattami per una consulenza a questa pagina.

      A presto.
      MT

  9. Valerio 03/08/2018 at 14:17 - Reply

    Buongiorno Dott. Tonci,
    in caso di debiti con l’agenzia riscossione, è possibile che attacchino anche quote di una srl estera di cui possiedo il 100% o sarebbe meglio proteggersi?

    • Massimo Tonci 04/08/2018 at 17:42 - Reply

      Ciao Valerio,
      il rischio è connesso al paese ed alla visibilità della società.
      In ogni caso avere il 100% di una società estera “occultata” agli occhi del fisco ti porta quasi sempre a commettere il reato di estero-vestizione.

      Saluti.
      MT

      • Valerio 04/08/2018 at 18:17 - Reply

        Ho dimenticato di dire che io sono residente nel paese estero e iscritto Aire

        • Massimo Tonci 04/08/2018 at 18:19 - Reply

          Ciao Valerio
          questo è il motivo per il quale spesso non rispondo ai commenti che nascondono richiesta di consulenza.
          Spesso si scopre che – come nel tuo caso – mancano informazioni a dir poco importanti.

          Se vuoi un’analisi approfondita della tua posizione contattami attraverso questa pagina.

          Saluti.
          MT

  10. Carlo 03/08/2018 at 23:15 - Reply

    Sono architetto. Ho.debiti.con.fisco ed equitalia importanti. Sono dipendente in una srl che va in liquidazione. Vorrei e potrei prendere in carico lavori e progetti in corso ma mi conviene costituire una srls a.socio unico ? Sono protetto con lo stipendio che potrei riconoscermi? Uqle scudo fiscale è più sicuro e certo ??

    • Massimo Tonci 04/08/2018 at 17:35 - Reply

      Ciao Carlo,
      la SRL a socio unico non mi pare una gran soluzione, oltretutto è poco vantaggiosa sotto il profilo fiscale.
      Se ti serve aiuto contattami attraverso questa pagina.

      Saluti.
      MT

  11. Massimo 16/09/2018 at 8:05 - Reply

    Buongiorno sono un imprenditore edile che ha dei trascorsi finanziari importanti.
    Ora mi propongono dei nuovi appalti
    Posso farli con le mie vecchie srl che hanno debiti vecchi con banche e Equitalia oppure mi conviene costituire una nuova sas srl o snc o ditta individuale
    La ringrazio per la risposta
    Massimo

    • Massimo Tonci 17/09/2018 at 17:56 - Reply

      Ciao Massimo,
      credo che darti un consiglio con così pochi dati abbia poco senso.
      Nel tuo caso è necessario valutare – prima di tutto – le persone da coinvolgere ed i tuoi obiettivi personali di protezione.

      Se ti serve assistenza contattami a questa pagina.

      Saluti.
      MT

  12. Alessandro 18/09/2018 at 10:30 - Reply

    Buongiorno dr. Tonci,

    le porrei un quesito, sono un professionista che ha come cliente, un amministratore che ha problemi vecchi con equitalia, vorrebbe prendere delle quote di una srl, che sconsiglio, ma se facesse una immobiliare (per altro motivo) e con questa ci comprerei le quote della srl potrebbe essere una soluzione?
    saluti

    • Massimo Tonci 24/09/2018 at 16:07 - Reply

      Ciao Alessandro,
      perché non usare una Società Semplice al posto della immobiliare?
      Almeno non hai i costi della contabilità!

      Saluti.
      MT

  13. Alessandro Pinna 01/10/2018 at 19:34 - Reply

    Salve dott Tonci, ho debiti per rate finanziamento alla banca, vorrei aprire una partita Iva per poter lavorare e eventualmente rientrare nel debito, che tipo di società posso aprire tutelando la da eventuali attacchi da parte loro.. frazie

    • Massimo Tonci 12/10/2018 at 6:58 - Reply

      Ciao Alessandro,
      la risposta che cerchi è proprio in questo articolo!

      Saluti.
      MT

  14. Cristina 03/11/2018 at 7:30 - Reply

    Salve dott. Tonci avrei bisogno di un suo consiglio urgente..io e mio marito siamo soci di una srl io al 51% ..siamo in affitto nell immobilie della snc in liquidazione dove mio marito era… [ messaggio troncato]

  15. Marco 22/11/2018 at 18:15 - Reply

    Buonasera, sono socio operativo di una srl quindi contratto da dipendente, aperta meno di un anno, i soci in questione sono 6, io detengo il 10%, capitale di 80.000, ho purtroppo debiti personali, temo dunque a quanto ho letto che possano quindi pignorare le mie quote a prescindere dall importo oppure l intero importo che devo al creditore!? Grazie

    • Massimo Tonci 22/11/2018 at 18:17 - Reply

      Ciao Marco,
      la possibilità di pignorare le quote non è legata all’entità del debito.

      Saluti.
      MT

  16. Franco 23/11/2018 at 21:21 - Reply

    salve dr. Tonci ho dei debiti nei confronti del fisco e di aziende alla quale ho mandato indietro delle riba. tale azienda ha fatto un decreto ingiuntivo che si è trasformato in pignoramento. da poco ho aperto una srls unipersonale di servizi alle imprese della quale sono socio unico nonchè amministratore delegato non retribuito. il capitale sociale è di 500 euro ma alla srl risultano dei cespiti come pc e altri macchinari per espicare tali servizi. vorrei sapere se il pignoramento potrebbe in automatico intaccare il conto della srls o il suo capitale e se comunque i cespiti fanno parte del capitale.

    • Massimo Tonci 26/11/2018 at 7:13 - Reply

      Ciao Franco,
      il pignoramento delle quote sulla SRL può comporta l’obbligo di liquidazione della quota.
      Se la SRL non paga allora un bravo avvocato può arrivare ad aggredire il conto corrente.

      Saluti.
      MT

  17. M 03/12/2018 at 11:22 - Reply

    Buongiorno dott. Tonci,
    sono titolare al 50% di una srl. La società ha un capitale sociale di 10.000 euro ed un debito bancario di oltre 400.000 euro che, di fatto, drenerà liquidità per i prossimi 10 anni e non consentirà di avere utili rilevanti.
    Ho dei debiti personali che potrebbero sfociare prossimamente in un pignoramento del mio patrimonio e quindi anche delle quote della società.
    Sarebbe comunque il caso di vendere dette quote o le stesse potrebbero non essere d’interesse per il creditore? oppure cederne solo un parte e quindi ridurre la partecipazione al di sotto del 50% in modo da evitare che il pignorante possa concretamente partecipare alla gestione?

    • Massimo Tonci 03/12/2018 at 18:17 - Reply

      Ciao,
      Non è detto che il tuo creditore sia interessato alle quote, specie di una società con 400k di debiti.
      Questo non vuol dire che non le possa pignorare.
      Nella mia esperienza ho visto pignorare conti correnti con saldo negativo, quindi non mi stupirei di nulla.

      Saluti.
      MT

Leave A Comment