La fattura alla mia SRL è una delle tipiche questioni che ogni tanto tratto durante le mie consulenze e ritengo importante fare il punto della situazione così da fornire alcuni spunti operativi alle persone che seguono il mio blog ed i miei social.

Posso fare una fattura alla mia SRL e prendermi i soldi con la mia partita IVA personale?

La fattura alla mia SRL è una delle tipiche domande che ogni tanto ricevo durante le mie consulenze e ritengo importante fare il punto della situazione così da fornire alcuni spunti operativi alle persone che seguono il mio blog ed i miei social.

Per prima cosa è importante chiarire come si deve realmente fare una fattura, perché mi capita di vedere troppo spesso delle fatture non proprio regolari.

La legge fiscale impone che la fattura debba contenere indicazioni precise sulla “natura, qualità e quantità dei beni e dei servizi formanti oggetto dell’operazione”.

Le fatture con descrizioni generiche sono spesso irregolari ed il Fisco le può sicuramente sanzionare.

Fattura alla mia SRL e contestazioni

In fase di verifica la contestazione più comune è quella di ritenere la fattura inesistente e pertanto IVA e costo saranno contestati con l’immancabile verbale di accertamento.

A questo punto è sempre possibile dimostrare con elementi esterni alla fattura che quel costo relativo a merci o servizi è sicuramente un costo vero e non inventato.

Infatti una fattura con la descrizione troppo generica costituisce un indizio di irregolarità che – per quanto grave possa essere – non è di sicuro una prova in senso stretto.

Tuttavia diventa onere del contribuente dimostrare la vera natura della transazione, magari esibendo la copia del contratto oppure della documentazione aziendale.

Fattura alla mia SRL e rimedi

Come ben saprai non è facile spuntarla perché il Fisco pensa spesso che l’imprenditore sia un evasore o un delinquente.

È bene prestare un po’ di attenzione alle fatture che entrano ed escono, così da evitare rischi inutili.

Infatti questo ragionamento vale sia per le fatture che emetti che per quelle che ricevi!

C’è poi da considerare che nel business non si ricorre ogni santa volta ad un contratto scritto e spesso si fanno accordi verbali, al telefono oppure via mail.

Proprio per questo la mancanza di documentazione di supporto potrebbe creare delle serie difficoltà.

Specie quando il Fisco ti chiede di documentare in modo dettagliato quali siano le attività che hanno originato la transazione commerciale!

La questione tende a farsi ancora più insidiosa quando si tratta di consulenze, perché è più complesso dare la prova di aver ricevuto una consulenza rispetto ad una fornitura di merce.

Nel caso del socio/amministratore che fattura “consulenze” alla propria società appare evidente che

questi importi possono tranquillamente essere considerati come dei prelievi di utili oppure come dei compensi per l’attività di amministratore.

La tentazione di prelevare con la fattura alla mia SRL tramite la partita IVA personale può nascere da tre ragioni:

  • la possibilità di prelevare durante l’anno, ovvero senza attendere di chiudere il bilancio per prelevare gli utili

  • la possibile minore tassazione IRPEF, specie nei primi scaglioni di imposta

  • la volontà di distribuire soldi in modo differente rispetto alle quote della società, alterando eventuali equilibri precostituiti

Fattura alla mia SRL con descrizione generica

Un classico esempio di “fattura alla mia SRL” che ti consiglio di evitare è quella con la generica descrizione “competenze del mese corrente” e con un importo bello tondo.

Questo tipo di fattura ha tre caratteristiche che possono comportare seri problemi:

  • contiene una descrizione troppo generica in aperto contrasto con gli obblighi fiscali di cui ti ho parlato più sopra

  • ti espone ad evidente contrasto di interessi tra te e la società di cui sei proprietario e/o amministratore

  • può far presupporre una distribuzione occulta di utili oppure (cosa ancora peggiore) può essere interpretata come un compenso all’amministratore sotto mentite spoglie

Dato che ci sono diversi modi di prelevare dalla propria SRL è bene essere prudenti e non correre rischi inutili quando si tratta di questioni fiscali.

Alla prossima!
MT