Cartelle Esattoriali Equitalia

Cartelle esattoriali Equitalia: ecco come non pagarle

  • Hai ricevuto delle cartelle esattoriali di Equitalia?
  • Sei sicuro che siano tutte da pagare?
  • Sei sicuro non ce ne sia qualcuna che puoi far annullare?

Fai subito questo controllo sulle tue cartelle esattoriali di Equitalia e scopri se c’è n’è qualcuna che puoi (legittimamente) far annullare e quindi riduci subito i tuoi debiti con il fisco.

Te lo spiego meglio: anche se devi pagare dei soldi al fisco potresti aver ricevuto da Equitalia qualche cartella esattoriale “irregolare” che puoi far subito annullare e farla franca sfruttando questa occasione irripetibile !

Attenzione che quello che sto per dirti è poco etico e moralmente discutibile; attaccarsi ad un cavillo per annullare un debito spesso dovuto non è proprio la mossa più etica che potremmo fare…

Tuttavia, se devo analizzare gli avvisi di accertamento e le verifiche fiscali che ho visto nella mia carriera, mi sento di dire che stiamo semplicemente giocando con le stesse armi!

Pertanto se vuoi difenderti e non te ne frega nulla di guadagnarti il biglietto per il paradiso allora continua a leggere questo articolo e scopri

come annullare una parte delle tue cartelle esattoriali di Equitalia e ridurre subito una parte del tuo debito con il fisco.

Annullare le cartelle esattoriali di Equitalia

Quanto il fisco vuole farti pagare le tasse incarica Equitalia di consegnarti un accertamento tributario attraverso una cartella esattoriale.

Ed è proprio su questa proceduta di emissione della cartella esattoriale che – ogni tanto – Equitalia scivola sulla classica buccia di banana.

La cartella esattoriale per essere “valida” deve avere determinate caratteristiche tra le quali la firma di un funzionario autorizzato e con i giusti poteri di firma.

Il “potere di firma” è generalmente una prerogativa delle cariche dirigenziali nella struttura di Equitalia.

Questi dirigenti, secondo quanto prevedere la normativa interna della stessa Equitalia, devono essere selezionati tramite un regolare concorso e non possono essere qualificati senza di esso.

Sembra che proprio qui Equitalia può aver commesso degli errori.

Se ti interessano gli aspetti tecnici e ti vuoi documentare allora puoi verificare la sentenza della Corte Costituzionale n. 37-2015 che ha stabilito l’incostituzionalità delle norme che consentivano alle Agenzie fiscali di attribuire incarichi dirigenziali ai propri funzionari in modo diretto invece che con regolare concorso.

Di tutte queste informazioni a te, in questo momento, ne serve solamente una, ovvero:

devi verificare se il funzionario che ha firmato la cartella esattoriale di Equitalia aveva realmente i poteri per farlo.

Potresti essere infatti abbastanza fortunato e trovarti nella situazione di poter chiedere ad Equitalia di annullare la cartella esattoriale ed in questo modo usciresti

Come procedere per fare annullare le cartelle Esattoriali di Equitalia

La prima cosa da fare è, ovviamente, controllare subito le tue cartelle Esattoriali di Equitalia per capire se siano state firmate da persone prive dei poteri di Legge, come per esempio quanto leggi che è firmata dal “Capo area per delega del Direttore provinciale”.

A questo punto devi sicuramente AGIRE perché se non lo fai non succede nulla di buono!

Equitalia non è obbligata ad allegare alla cartella esattoriale la copia della delega con i poteri di firma del dirigente.

Quindi devi fare ricorso e scrivere che intendi “eccepire” in via pregiudiziale la nullità dell’atto nel caso in cui non sia prodotta da parte dell’Ufficio la prova della legittimazione del firmatario.

Questa bella frase pomposa impone al giudice di controllare la correttezza dei poteri di firma del funzionario e se la delega ha qualcosa che non va allora sarai fortunato perché il giudice dovrà annullare l’intera cartella Esattoriale… Non male vero?

Questo che ti ho presentato è solo uno dei tanti cavilli che ti permette di controbattere le tante pretese del fisco quindi, nelle tue Cartelle Esattoriali Equitalia potrebbe esserci molto altro da verificare quindi

passa all’azione e preparati subito a fare ricorso perché se non fai nulla allora hai perso al 100%!

Se non sei sicuro di come procedere allora contattami subito attraverso questa pagina.

 

2 pensieri su “Cartelle esattoriali Equitalia: ecco come non pagarle”

  1. Buongiorno,
    Vale solo per cartelle recenti appena ricevute?
    Non ci sono dei tempi tecnici per effettuare il ricorso?
    E per le cartelle “vecchie” mai contestate?

    Un grazie anticipato per la risposta

    1. Ciao Gianluigi,
      la maggior parte dei ricorsi deve essere presentato entro 60 giorni dalla notifica della cartella mentre la nullità può essere dichiarata in qualsiasi momento. Se un atto è NULLO vuol dire che è un atto NON esistente, pertanto non ha mai prodotto “effetti giuridici”, quindi se una cosa “non esiste” non può nemmeno avere una scadenza.
      Saluti.
      MT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *